La moderna crittografia a chiave asimmetrica

Più di recente è stato proposto un approccio alternativo che risolve brillantemente i limiti della crittografia a chiave segreta. Esso si basa sull’uso non di una singola chiave, bensì di coppie di chiavi: ciascuna coppia è costituita da una chiave pubblica (Kp), normalmente utilizzata per cifrare, e da una chiave privata o segreta (Ks) normalmente utilizzata per decifrare. 

Le due chiavi della coppia sono fra loro strettamente correlate e vengono generate di norma da un potenziale destinatario. Infatti, quando un utente Y desidera ricevere un messaggio sicuro, genera una coppia di chiavi pubblica/privata (Kyp/Kys) e comunica la propria chiave pubblica Kyp al mittente X: come dice l’attributo, questa chiave può essere tranquillamente trasmessa attraverso canali non sicuri, addirittura può essere pubblicata su un sito associato ad Y e/o su rubriche di chiavi pubbliche mantenute da terzi su siti raccolta. Questa possibilità discende dal fatto che la sicurezza è legata alla sola segretezza della chiave privata: Y dovrà conservare con cura in segreto la chiave Kys in quanto solo attraverso quest’ultima è possibile decifrare un messaggio criptato con Kyp. Formalmente si ha che (fig.2):
 
crittografia moderna
 
Quindi, una volta cifrato il messaggio con una determinata chiave pubblica, non può essere decifrato se non con la corrispondente chiave privata; la chiave pubblica usata per cifrare non consente di decifrare, nemmeno alla persona che effettuato la cifratura. Da un punto di vista pratico, un inviante deve procurarsi la chiave pubblica del ricevente se vuol essere sicuro che un messaggio possa essere letto solo da quest’ultimo.
 
Si noti che ciascun ricevente può disporre di una sola coppia valida di chiavi pubblica/privata in un certo momento, visto che la chiave pubblica può essere senza problemi conosciuta e condivisa da tutti i potenziali invianti, e quindi ogni utente deve conservare ‘gelosamente’ solo una chiave ‘segreta’, quella privata. Questo elimina il problema della proliferazione delle chiavi che affliggeva le chiavi simmetriche. Come in quel caso sarà comunque buona norma rinnovare periodicamente la coppia ed è per questo che risultano molto utili siti che mantengono aggiornata la raccolta delle chiavi pubbliche valide degli utenti registrati.

 

Risorse per sviluppo: 

Ti potrebbero anche interessare:

Configurazione del modulo PATHAUTO

Guida facile per configurare Pathauto per Drupal

Il modulo Pathauto è molto utile per generare i percorsi del nostro sito automaticamente per ogni tipo di contenuto.
Per ottenere un buon funzionamento da questo modulo bisogna configurarlo bene. 
Andiamo in amministra/stuttura del sito/aliasurl ed in automated alias settings iniziamo la nostra configurazione:
In "general settings" possiamo scegliere il separatore delle parole, la lunghezza dell'alias url, ed altro, ma possiamo lasciare tranquillamente le impostaz
Drupal: 

La differenza tra il pulsante Condivisione, Share, e il +1 su Google+

differenza condivisione e +1 su google+Google  ha rilasciato solo in un secondo momento il pulsante “Share” per dare una demarcazione netta tra la Condivisione dei post su Google+ e il suo “Mi Piace” sotto forma di pulsante +1. In origine infatti la condivisione era inglobata nel +1: l’utente che apprezzava il contenuto poteva esprimere la sua preferenza tramite questo pulsante e poi anche condividerlo. Cerchiamo quindi di capire la reale differenza tra il pulsante di Condivisione e quello +1 in quanto, all’occhio di molti, visto come un inutile doppione.

Social Media Business: 

S/MIME (Secure Multipurpose Mail Extension)

 

La specifica S/MIME, nata nel 1995 ad opera di RSA Data Security è finalizzata alla sicurezza della posta elettronica relativamente ai servizi di trasmissione, memorizzazione, autenticazione e trasferimento (forwarding). È stata successivamente rivista a fine di standardizzazione (1999).
Risorse per sviluppo: 

MANUALE SULLA SICUREZZA INFORMATICA

[toc]

Intro

Questo è un manuale trovato girando per la rete ed è liberamente distribuile a detta dell'autore di cui  trovate tutte le informazioni in fondo al manuale. La formattazione non è ancora sistemata al meglio, ci scusiamo per i  disagi provvederemo al più presto.
 

Là fuori è una giungla

I giornalisti di stampa e TV si buttano a pesce sulle periodiche in­vasioni di virus.

Risorse per sviluppo: