Aumentare la visibilità del proprio sito in Drupal... ecco una risorsa utile!

RISORSE UTILI PER DRUPAL: AUMENTARE LA VISIBILITA DEL PROPRIO SITO INSERENDOLO IN UNA DIRECTORY SPECIFICA

 
Girovagando per la rete mi sono imbattuto in una directory dedicata a tutti i siti sviluppati con il nostro amato Drupal.
 
L'indirizzo è: http://www.drupaldir.com
 
Per chi non sapesse di cosa parlo, una directory, sintetizzando, è un contenitore di siti web segnalati dagli utenti.
Nel caso specifico, potete segnalare il vostro bel portale (solo ed esclusivamente se creato con Drupal!) e a seguito dell'approvazione esso farà bella mostra di se in una delle categorie disponibili.
 
L'inserimento di un sito in una directory ha effetti positivi non solo per un link in entrata in più che non fa mai male, ma soprattutto perchè può aiutarvi ad aumentare le visite considerando che molti utenti ne usufruiscono.
 
Esistono migliaia di directory sul web, questa è la prima che trovo per Drupal, pertanto aiutiamo a farla crescere inserendo i nostri lavori. Se ne esiste qualcun'altra, non esitate a segnalarle...
Blog: 

Ti potrebbero anche interessare:

La moderna crittografia a chiave asimmetrica

Più di recente è stato proposto un approccio alternativo che risolve brillantemente i limiti della crittografia a chiave segreta. Esso si basa sull’uso non di una singola chiave, bensì di coppie di chiavi: ciascuna coppia è costituita da una chiave pubblica (Kp), normalmente utilizzata per cifrare, e da una chiave privata o segreta (Ks) normalmente utilizzata per decifrare. 

Risorse per sviluppo: 

Codici medioevali e il disco cifrante

Nel medioevo i cifrari sono soprattutto monografici: nomi e frasi convenzionali vengono sostituiti da simboli speciali. Un altro noto cifrario basato su un macchinario fu il disco cifrante dovuto al famoso architetto L.B.Alberti: il disco era composto di due cerchi cifranti concentrici, uno esterno fisso con 24 caselle contenenti 20 lettere latine maiuscole (inclusa la Z, con U=V ed escluse H J K W Y) ed i numeri 1 2 3 4 per il testo in chiaro; ed uno interno mobile, con le 24 lettere latine minuscole per il testo cifrato.

Risorse per sviluppo: