Confronto - Drupal vs Joomla vs Wordpress: quale scegliere?

Il confronto tra i più diffusi cms del momento: Drupal - Joomla - Wordpress

Scegliere il cms più adatto per le proprie esigenze è spesso impresa ardua considerando l'altissimo numero di piattaforme di COntente Management System disponibili. Pertanto il confronto va affrontato dal punto di vista del migliore in assoluto: il cms Drupal. Pertanto Drupal contro tutti! Almeno in parte perchè di rivali veri e propri, se cosi si vuol dire, Drupal avrebbe solo Joomla e Wordpress, visto che tutti gli altri cms sono meno usati e spesso più limitanti per lo scarso numero di plugni, temi e documentazioni d'uso.

Drupal vs Wordpress

Wordpress è di estremo facile utilizzo, viene utilizzato da oltre 30.000 nuove persone al giorno, è facile inserire i plugin e raramente hanno molte e complesse configurazioni. Il perno principale pertanto si focalizza sull'immediatezza e la semplicità d'uso in contrapposizione alla complessità generale di Drupal. L'uso specifico di Wordpress è comunque la costruzione di blog. Per lo sviluppo di siti web più complessi è meglio guardare altrove.
Drupal, dal canto suo, offre una vastissima gamma di possibilità fornite agli utenti per lo sviluppo di qualunque genere di sito, portale o social network. Si può definire come un cms ultra raffinato e che teme pochi paragoni. Qualsiasi cosa vogliate creare Drupal la può fare anche grazie ad una vastissima comunità che rilascia ogni giorno moduli aggiuntivi che ne ampliano le funzionalità. Tutto questo però ha un prezzo che si traduce nell'essere ostile per gli utenti alle prime armi o dotati di poca pazienza. Drupal richiede studio, pazienza e passione: è un bicchiere di vino pregiato che va assaporato lentamente e quando si arriva alla fine vi avrà regalato soddisfazioni impareggiabili...
Drupal ha moduli solo free, mentre wordpress anche a pagamento
 

Drupal vs Joomla

Joomla ha molte grafiche pronte e carine a pagamento ed anche molte gratis.
Anche qui Drupal vince di molto per la gestione social degli utenti, nel senso che è particolarmente configurabile l'area utente e cosa gli utenti possono fare oltre che avere moduli solo gratuiti. Anche joomla è rimasto super indieto rispetto a Drupal per l'ACL che è in costruzione in questi giorni e come wordpress non ha un modulo come Views, che aumenta di molto la potenza del sito web.
Le pagine di Drupal si aprono in genere piu velocemente di Joomla su un sito base senza moduli aggiunti. Joomla ha moltissimi moduli e temi a pagamento, drupal è completamente free!!! 
 
 

Conclusione

Volendo tirare le somme, se dovete fare solo un semplice blog e non avete particolari esigenze o poche esperienze di cms e non avete nessuna intenzione di approfondire l'argomento, usate wordpress. E' fantastico e consente la creazione di un piccolo sito anche se è la prima volta che ci si avvicina alle applicazioni web. Joomla lo si consiglia per utenti più esperti e spesso disposti a cacciare qualche quattrino per accaparrarsi i moduli più importanti, ma in sostanza, sulla bilancia non ne vale la pena usarlo se non per la grafica. Se puntate tutto sull'estetica forse joomla è la soluzione più adatta anke considerando che si possono creare quasi tutti i genere di portali web.
Tuttavia, se prevedete un giorno di collegare una community di utenti interattiva al vostro sito web, stile facebook o gruppo di aziende ecc. allora vi consiglio largamente Drupal, che per il social è il top. Speriamo con questo portale di avvicinare i neofiti a Drupal guidandolo con semplici tutorial per cominciare ad entrare nel suo fantastico mondo.

 

Blog: 

Ti potrebbero anche interessare:

Drupal-Patch AuthorContact: Aggiungere campi al modulo di contatto dell'autore

L'Author Contact è un utilissimo modulo per Drupal che predispone un blocco con una form di contatto all'autore del nodo. Ecco rilasciata la patch per estendere i campi disponibili e renderlo un po simile a webform

Drupal: 

Come creare velocemente un business online

Molte persone mi chiedono quali sono le fasi necessarie per creare velocemente un business online. La risposta è sorprendentemente semplice. O meglio: semplice si ma il "velocemente" potrebbe non esser per tutti. Qualsiasi attività o lavoro online difficilmente riesce a portare le soddisfazioni volute in poco tempo. Ma questa appunto è una variabile che dipende per lo più dal tuo grado di conoscenze e passioni iniziali.

Internet Marketing: 

La moderna crittografia a chiave asimmetrica

Più di recente è stato proposto un approccio alternativo che risolve brillantemente i limiti della crittografia a chiave segreta. Esso si basa sull’uso non di una singola chiave, bensì di coppie di chiavi: ciascuna coppia è costituita da una chiave pubblica (Kp), normalmente utilizzata per cifrare, e da una chiave privata o segreta (Ks) normalmente utilizzata per decifrare. 

Risorse per sviluppo: 

Codici medioevali e il disco cifrante

Nel medioevo i cifrari sono soprattutto monografici: nomi e frasi convenzionali vengono sostituiti da simboli speciali. Un altro noto cifrario basato su un macchinario fu il disco cifrante dovuto al famoso architetto L.B.Alberti: il disco era composto di due cerchi cifranti concentrici, uno esterno fisso con 24 caselle contenenti 20 lettere latine maiuscole (inclusa la Z, con U=V ed escluse H J K W Y) ed i numeri 1 2 3 4 per il testo in chiaro; ed uno interno mobile, con le 24 lettere latine minuscole per il testo cifrato.

Risorse per sviluppo: